Le mestruazioni: durata del ciclo mestruale, disturbi, sintomi e consigli

Le mestruazioni, il ciclo mestruale, le ragadi, le inglesi che arrivano... Accompagnano la maggior parte delle donne in tutte le fasi della vita: dall'adolescenza, durante il periodo fertile, la gravidanza e fino alla menopausa.



Che cos'è un periodo?

Le mestruazioni si verificano circa 400 volte nella vita di una donna, cioè poco più di 3.600 giorni in totale, 13 volte all'anno. Questo sanguinamento corrisponde alla rottura dell'endometrio all'interno dell'utero. Oggi le donne hanno a disposizione molte soluzioni per convivere con il ciclo mestruale: mutandine, assorbenti, tamponi, contraccettivi ormonali, ecc.

Per capire meglio cosa sono le mestruazioni, abbiamo elencato di seguito tutte le informazioni necessarie per conoscere il ciclo e il flusso mestruale. Purtroppo, da generazioni esiste un tabù sulle mestruazioni e sulla loro accettazione sociale. È quindi importante parlare di questo argomento per democratizzarlo e liberare la parola!

Il colore delle mestruazioni

Il colore delle mestruazioni può variare in base a diversi fattori. Il tessuto sanguigno cambia colore a seconda della sua esposizione all'ossigeno dell'aria, della sua viscosità e della sua quantità.

  • L'emorragia rosso vivo è di solito presente al momento del flusso mestruale più abbondante, intorno al secondo o terzo giorno di mestruazione. È un sangue che non ha il tempo di ossidarsi perché scorre velocemente e in abbondanza.
  • Alcuni flussi di sangue possono essere di colore rosso molto scuro o nero quando assumono la forma di coaguli di sangue.
  • All'inizio delle mestruazioni il sangue può essere rossastro o marrone scuro e molto denso.
  • All'inizio e alla fine delle mestruazioni può comparire del sangue marrone. Non preoccupatevi, questo accade perché il sangue ha impiegato più tempo a lasciare il rivestimento dell'utero e a passare attraverso la vagina nelle mutandine.
  • Lo spotting, il sanguinamento da ovulazione o l'uso di contraccettivi ormonali possono provocare perdite di colore rosa, rosso chiaro o rosato.
  • Se il colore delle perdite è grigio o grigiastro, potrebbe essere un segno di infezione o di aborto spontaneo. Considerate la possibilità di consultare un professionista della salute!

La durata del ciclo mestruale

Un ciclo "normale" dura circa 28 giorni, ma può variare da 25 a 33 giorni. Questo è diverso dalla durata di un periodo. Il ciclo inizia quando inizia la mestruazione e termina il giorno prima della mestruazione successiva. Tuttavia, variazioni eccessive di queste lunghezze medie possono essere segno di un disturbo mestruale.

Come funziona il ciclo mestruale?

Il ciclo femminile è costituito da diverse fasi che fanno parte di uno schema che si ripete dalla ragazza fino alla menopausa.
Prendiamo l'esempio di un ciclo di 28 giorni:

  • L'inizio del ciclo inizia sempre con un'emorragia mestruale, che dura in media 5-6 giorni. Questa fase è chiamata fase follicolare.
  • La fase ovulatoria: 14 giorni dopo le mestruazioni, avviene l'ovulazione, il momento in cui il corpo è pronto a ricevere lo sperma e a creare un embrione. A questo punto, l'ovulo o gli ovuli rilasciati dalle ovaie si trasformano in un ovulo.
  • Segue la fase post-ovulatoria, detta anche fase luteale, quando, sotto l'influenza del progesterone, l'organismo si prepara a eliminare lo strato dell'utero che non ha accolto l'embrione, l'endometrio.

È possibile avere le mestruazioni due volte nello stesso ciclo mestruale?

È possibile avere perdite vaginali più volte nello stesso mese. Si può avere un'emorragia al momento dell'ovulazione e avere un po' di spotting. Tuttavia, avere le mestruazioni più volte al mese è segno che il ciclo è breve o irregolare.

La fine delle mestruazioni all'inizio della gravidanza

Non è raro che una donna abbia un periodo di gravidanza, soprattutto all'inizio della gravidanza. Questo fenomeno è noto come mestruazione anniversaria. Ma l'amenorrea, la fine del ciclo mestruale, è normalmente uno dei sintomi della gravidanza. Chi ha un ciclo mestruale regolare potrà accorgersi di essere incinta se le mestruazioni sono in ritardo o assenti. In questo caso, non bisogna esitare a fare un test di gravidanza!

A che età iniziano le mestruazioni?

La prima mestruazione compare al momento della pubertà nelle ragazze, generalmente tra i 10 e i 16 anni, anche se non è anormale che arrivi un po' prima o dopo. L'arrivo medio della prima mestruazione è di solito intorno ai 12 anni, e spesso entro 2 anni dalla comparsa del seno.

Quali sono gli effetti delle mestruazioni sulla salute e sul corpo?

Le mestruazioni possono avere una serie di impatti sulla salute e sul corpo. Tra la sindrome premestruale, che si manifesta qualche giorno prima, e le mestruazioni stesse, la maggior parte dei sintomi classici sono l'esacerbazione della stanchezza e il dolore pelvico dovuto alle contrazioni dell'utero per evacuare l'endometrio!

Sindrome premestruale: i sintomi delle mestruazioni

La sindrome premestruale o PMS è un segno che le mestruazioni stanno arrivando! Diversi sintomi delle mestruazioni e del loro arrivo possono mettervi in guardia:

  • estrema stanchezza e/o insonnia
  • dolori allo stomaco, diarrea dovuta a contrazioni uterine e/o gonfiore
  • ansia
  • depressione
  • un dolore al petto

Possibili disturbi mestruali

Anche i disturbi mestruali di vario grado possono influire sul ciclo mestruale. Tra questi, possiamo citare i seguenti disturbi principali:

  • Dismenorrea, mestruazioni dolorose
  • Ipermenorrea, mestruazioni anormalmente pesanti e lunghe, o il suo opposto,ipomenorrea
  • Anemia, la ben nota carenza di ferro delle donne mestruate, se la perdita di sangue è abbondante o addirittura emorragica
  • l'amenorrea, ovvero l'assenza di flusso mestruale
  • Oligomenorrea, cicli molto lunghi, superiori a 35 giorni, o il suo opposto, polimenorrea, inferiori a 25 giorni
  • Metrorragia, sanguinamento al di fuori del periodo mestruale

Il caso dell'endometriosi

L'endometriosi, una patologia ginecologica che colpisce circa 1 donna mestruata su 10, è dovuta a un'alterazione delle cellule simili al tessutoendometriale che si trovano in altri punti del corpo. Poiché queste cellule endometriali e le loro reazioni sono strettamente legate ai livelli ormonali del ciclo mestruale, il dolore localizzato a queste lesioni nel corpo può verificarsi prima, dopo o durante ogni periodo.

Come influiscono i contraccettivi sulle mestruazioni?

La contraccezione e le mestruazioni hanno un rapporto spesso interrelato, poiché i diversi metodi contraccettivi hanno un impatto sulle mestruazioni o sulla produzione del rivestimento uterino per impedire l'ovulazione o l'impianto. Il formato e la modalità d'azione sono diversi, ma il risultato è lo stesso: evitare la gravidanza.

  • Contraccettivi ormonali a base diestrogeni, come il cerotto, l'anello vaginale o la pillola estroprogestinica, o semplicemente di progesterone, come il dispositivo ormonale intrauterino, l'impianto o la pillola microdosata: sotto l'azione degli ormoni, agiscono sullo spessore del muco cervicale e limitano lo sviluppo dell'endometrio e provocano "false mestruazioni" dette emorragie da astinenza
  • Contraccettivi non ormonali, come i preservativi, gli IUD al rame e gli spermicidi: si tratta di barriere meccaniche alla fecondazione senza ormoni, per cui le mestruazioni sono naturali e seguono il ritmo di base della donna.

Come proteggersi dalle perdite di sangue durante il giorno e la notte?

Quando ci si trova in questa fase del ciclo, la prima domanda che viene in mente è quella della protezione mestruale per contenere le mestruazioni. Esiste una pletora di soluzioni per assorbire o trattenere il flusso sanguigno e ogni donna deve adattare la sua scelta in base all'abbondanza delle sue scariche, al suo comfort personale e alle attività sportive o non sportive che svolge durante la giornata. Le protezioni sanitarie possono essere monouso o riutilizzabili: in Elia abbiamo un particolare debole per le mutandine mestruali, che sono resistenti e si adattano ai diversi flussi durante il giorno e la notte, ma ci sono anche assorbenti, salviette igieniche, salvaslip, coppette, spugne mestruali, ecc. La scelta è ampia! Esistono anche tecniche speciali come il flusso istintivo libero, che consiste nel trattenere il sangue in vagina, ma che è più adatto all'uso durante il giorno.

Ci sono controindicazioni all'uso durante le mestruazioni?

Non ci sono controindicazioni formali oattività sportive vietate, è più che altro una questione di comodità personale e di sentirsi a proprio agio durante questo periodo. Ad esempio, lo sport durante le mestruazioni è consigliato per alleviare i dolori mestruali, ma alcune donne preferiscono riposare per non accumulare ulteriore fatica. Anche nuotare o fare il bagno rende la logistica mestruale un po' più complicata del solito, ma oggi sono disponibili costumi da bagno mestruali che, oltre al classico assorbente da piscina, offrono una soluzione assorbente per non rimanere senza. Avere le mestruazioni non deve essere né un destino né un handicap: vivetele come volete, ne avete tutti i diritti!

Come calcolare la durata delle mestruazioni e del ciclo mestruale?

Esistono diversi modi per calcolare la durata del ciclo mestruale e dei periodi. Questi metodi sono efficaci per anticipare la comparsa di un'emorragia, ma anche per evitare o favorire l'insorgere di una gravidanza:

  • Oggi il modo più semplice è quello di utilizzare i servizi di un'app per le mestruazioni sul vostro smartphone che vi avviserà sul momento dell'ovulazione e sull'arrivo delle perdite di sangue. Alcuni esempi diapp che potrebbero fare al caso vostro: Clue, Flo, Glow, Menstrual Period Tracker, Eve
  • Calendario del periodo. Questo metodo può essere affidabile e viene utilizzato solo per le donne che hanno mestruazioni regolari.
  • Utilizzate una collana per il ciclo femminile che vi aiuterà a tracciare il periodo di ovulazione e di fertilità. Ogni perlina della collana è colorata per rappresentare un giorno del ciclo.
  • Il metodo del muco, noto anche come metodo dell'ovulazione. Osservando le secrezioni vaginali più volte al giorno a partire dall'ultimo giorno di mestruazioni, è possibile determinare le fasi del ciclo mestruale.
  • La sintotermia è un metodo che combina la misurazione della temperatura corporea a riposo, il calendario del muco cervicale e i metodi classici del calendario.
  • L'amenorrea lattazionale può essere utilizzata dopo il parto se la madre allatta il bambino. Durante il periodo di allattamento esclusivo e soprattutto nelle prime 6 settimane dopo il parto.

Domande frequenti sulle mestruazioni

Cosa succede nel corpo quando si hanno le mestruazioni?

Quando una donna ha le mestruazioni, perde l'endometrio che si stacca dalla parete uterina, passa attraverso la cervice e poi la vagina, dando luogo al sanguinamento mensile. Questo è il risultato di variazioni ormonali che innescano l'ispessimento del rivestimento uterino all'inizio del ciclo mestruale e poi, quando l'ovulo maturato durante l'ovulazione non viene fecondato, l'endometrio si disgrega, formando le perdite ematiche.

Cosa devo fare se sono preoccupata per le mestruazioni?

Quando una donna ha le mestruazioni, perde l'endometrio che si stacca dalla parete uterina, attraversa la cervice e poi la vagina, dando luogo al sanguinamento mensile. Questo è il risultato di variazioni ormonali che innescano l'ispessimento di questa mucosa uterina all'inizio del ciclo mestruale, poi quando l'ovulo maturato durante l'ovulazione non viene fecondato, l'endometrio si disgrega, formando le perdite sanguinolente.