Ritardo mestruale: quali sono le cause?

Dall'adolescenza alla menopausa, le mestruazioni scandiscono il ritmo della vita di una donna. Spesso sono accompagnate da dolore, stanchezza e cambiamenti di umore. Tuttavia, quando sono assenti, è motivo di preoccupazione. Vi state chiedendo se il ciclo mestruale è in ritardo? Elia Lingerie risponde a tutte le vostre domande.

Che cos'è un periodo di ritardo?

Prima di parlare del ritardo mestruale in sé, è importante capire il ciclo mestruale. Inizia il primo giorno del periodo e termina all'inizio del periodo successivo. Il periodo medio dura 28 giorni. Tuttavia, varia a seconda delle donne, della loro età e del loro stile di vita. Un ciclo mestruale può durare da 21 a 45 giorni senza destare alcuna preoccupazione. Per sapere se si soffre di un ritardo delle mestruazioni, bisogna quindi tenere conto della durata normale del ciclo e chiedersi dopo 3-5 giorni di ritardo. Quando i cicli sono irregolari (cioè non sono sempre della stessa durata), le mestruazioni tarderanno una settimana dopo la data di arrivo prevista.

Quali sono le cause di un ritardo mestruale?

Le ragioni di uno squilibrio ormonale sono molteplici:

Un cambiamento fisiologico e biologico

In caso di ritardo mestruale, la prima cosa da considerare è la causa ormonale. Questo può essere causato dalla pre-menopausa o dalla menopausa. Quest'ultima si verifica in media tra i 45 e i 55 anni. Tuttavia, alcune donne hanno una menopausa precoce. Anche un cambiamento o un'omissione della contraccezione può spiegare un ritardo o addirittura una cessazione delle mestruazioni. Se si è appena passati a un contraccettivo a base di solo progesterone, è possibile che si verifichi un ritardo delle mestruazioni con la pillola. Lo stesso vale per i sistemi intrauterini o le iniezioni. Se il ritardo si trasforma in assenza di mestruazioni (amenorrea), può essere dovuto a una tiroide iperattiva, al diabete o alla sindrome dell'ovaio policistico.

Stress o shock post-traumatico

Lo stress influenza tutti gli aspetti della nostra vita, quindi è naturale che possa causare un ritardo di 2 o 5 giorni nelle mestruazioni. La pressione del lavoro, la morte di una persona cara, i problemi familiari o le difficoltà finanziarie sono tutti shock emotivi che possono interrompere i vostri cicli. Per quanti giorni lo stress può ritardare le mestruazioni? Dipende dalla situazione, ma anche dalla vostra capacità di tornare a una routine tranquilla.

Per prevenire gli effetti dello stress sul ciclo, imparate a prendervi del tempo per voi stessi. Sessioni regolari di meditazione o un'attività sportiva vi permetteranno di alleviare la pressione. Non esitate a condividere le vostre preoccupazioni con chi vi è vicino per evacuare un po' di tormento o trovare conforto.

Un cambiamento nello stile di vita

Se siete ingrassate di recente, il vostro corpo può iniziare a produrre grandi quantità di estrogeni, che possono alterare il vostro ciclo mestruale. Allo stesso modo, una perdita di peso improvvisa può far sì che il corpo diminuisca o addirittura interrompa la produzione degli ormoni coinvolti nell'ovulazione. Quando si aumenta il ritmo dell'allenamento sportivo a un livello più intenso, anche le mestruazioni possono essere interrotte. Infine, l'allattamento al seno influisce anche sul ciclo mestruale. Può causare un ritardo delle mestruazioni o addirittura la loro assenza.

L'inizio della gravidanza

È impossibile parlare delle cause di un ritardo mestruale senza menzionare la gravidanza. Per le donne che sono sessualmente attive su base regolare, questa è la prima possibilità da considerare. Un test di gravidanza consente di escludere questa possibilità. I sintomi di una gravidanza precoce possono includere

  • Petti teneri;
  • Stanchezza grave;
  • Nausea mattutina;
  • minzione frequente.

Un ritardo mestruale significa che si è incinta?

Nell'immaginario collettivo, un ritardo mestruale è sempre causato da una gravidanza. Tuttavia, questo non è l'unico motivo. In realtà, è molto probabile che la vostra interpretazione di un ritardo mestruale sia semplicemente il risultato di una variazione naturale del vostro ciclo. Ad esempio, un ritardo mestruale di 5 giorni o meno è probabilmente uno sviluppo fisiologico comune.

Come si gestisce un ciclo mestruale irregolare?

I cicli irregolari, ma non i ritardi, si verificano quando la durata delle mestruazioni varia continuamente senza spiegazione. Queste variazioni sono comuni. Ciononostante, possono destare preoccupazione. Per gestire meglio i cicli irregolari, prendete l'abitudine di annotare la durata di ogni ciclo. Dopo qualche mese, sarete in grado di capire meglio la durata media del vostro ciclo e di pianificare le vostre attività di conseguenza. In questo modo si potrà avere una certa tranquillità quando le mestruazioni sono in ritardo. Se l'irregolarità del ciclo vi preoccupa, rivolgetevi al vostro ginecologo. Vi aiuterà a capire il ritardo. Probabilmente determinerà la causa e potrà prescrivere una pillola progestinica per aiutare la donna a riprendere le mestruazioni.

Cosa fare se le mestruazioni sono in ritardo?

Avete appena notato un ritardo delle mestruazioni? Ecco i passi da seguire in base alla situazione:

Ritardo da 1 a 2 giorni

Non c'è da allarmarsi se il ciclo varia tra le 24 e le 48 ore. Anche se avete avuto rapporti sessuali non protetti o con protezioni sbagliate, questo non significa necessariamente che siate incinte. È anche possibile che la pillola ritardi le mestruazioni a causa di una svista.

Ritardo di 3-5 giorni

Può sempre trattarsi di un caso di ovulazione leggermente ritardata. Per scoprire se si è incinta, è consigliabile aspettare che le mestruazioni siano in ritardo di 5 giorni prima di fare un test. Il risultato è indicativo, solo un esame del sangue può dare una risposta affidabile.

Periodo di ritardo di 1 settimana

Prendete appuntamento con il vostro medico per farvi prescrivere un esame del sangue per verificare se siete incinta. Se non è stata sessualmente attiva di recente, chieda informazioni su eventuali cambiamenti che possono aver influenzato il suo ciclo.

Ritardo di oltre 1 settimana

A questo punto, avrete già deciso se siete incinte. Se non ci sono stati cambiamenti nella vostra vita, ma avete ancora dei dubbi, prendete appuntamento con il vostro medico o ginecologo. Anche se un ritardo delle mestruazioni è di solito innocuo, dopo un mese di amenorrea si dovrebbe comunque consultare un professionista.

Le FAQ del ritardo mestruale

Perché le mestruazioni ritardano?

Diversi fattori possono spiegare un ritardo delle mestruazioni con la pillola o senza contraccezione: gravidanza, stress, disturbi della tiroide o sindrome dell'ovaio policistico. Le cause possono essere molteplici, pertanto è consigliabile consultare un medico per effettuare un controllo completo della salute.

È possibile non avere le mestruazioni senza essere incinta?

È possibile non avere le mestruazioni senza essere incinta. Per essere sicuri, aspettate che le mestruazioni siano in ritardo di 5 giorni prima di fare un test di gravidanza. Se le cose non vanno bene nonostante un test negativo, chiedete al vostro medico la prescrizione di un esame del sangue. In questo modo si otterrà un risultato affidabile.

È normale non avere il ciclo per un mese?

Oltre alla gravidanza, gli unici motivi normali per cui non si hanno le mestruazioni per un mese sono l'allattamento o l'approssimarsi della menopausa. Se il ciclo mestruale si protrae da molto tempo, è opportuno consultare il medico, poiché ciò potrebbe indicare un forte stress, un disturbo alimentare o un disturbo della tiroide.

Quali sono i farmaci da assumere per scatenare le mestruazioni?

Esistono diversi tipi di trattamento dell'amenorrea. Nelle ragazze con disfunzione ovarica, il problema è ormonale. La terapia ormonale sarà presa in considerazione anche per le donne che hanno subito un'isterectomia o l'asportazione di ovaie non cancerose prima della menopausa. Quando l'assenza di mestruazioni è causata da un'infezione benigna dell'ipofisi, un farmaco che abbassa la prolattina aiuta a far comparire le mestruazioni.

Come posso far venire le mestruazioni più velocemente?

Non esiste un metodo scientificamente provato per far arrivare le mestruazioni più velocemente. Alcuni ritengono che esistano metodi in grado di anticipare il periodo, come ad esempio

  • Esercizi di respirazione regolari;
  • Sport;
  • Alimenti che notoriamente influiscono sulla circolazione sanguigna (prezzemolo, zenzero, arancia o ananas).

Quando bisogna preoccuparsi se non si hanno le mestruazioni?

Se siete sessualmente attive, fate un test di gravidanza non appena le mestruazioni sono in ritardo di 5 giorni. Se la situazione persiste nonostante un test negativo, prendere un appuntamento con il medico per ottenere la prescrizione di un esame del sangue. Se non avete avuto rapporti dall'ultimo ciclo, un consulto dopo una settimana vi permetterà di trovare una spiegazione al ritardo delle mestruazioni. In ogni caso, è consigliabile rivolgersi a un professionista dopo un mese di amenorrea.



Potrebbe piacerti anche :