Asciugamani igienici: tutto quello che c'è da sapere per usarli correttamente!

L'assorbente è una delle protezioni sanitarie più semplici da usare, se non la più semplice! Oggi si stanno sviluppando alternative a questa protezione sanitaria per le mestruazioni, si parla addirittura di assorbenti lavabili. Ma come si indossa un assorbente? E per quanto tempo si può conservare un assorbente igienico?

Cosa sono gli assorbenti igienici?

Sono assorbenti igienici che assorbono il flusso mestruale. Si tratta di una protezione sanitaria esterna, a differenza di un tampone o di una coppetta che sono protezioni interne. Si attacca direttamente alla biancheria intima. È molto popolare tra le donne e si è diffuso a partire dagli anni '60. Ne esistono diversi tipi a seconda del flusso. Gli assorbenti igienici possono essere utilizzati anche in caso di debolezza della vescica, durante il ritorno dal parto o per qualsiasi flusso di sangue.

Come scegliere un assorbente?

Come per gli assorbenti, ne esistono diversi tipi: per flussi diversi, nella loro composizione, ma anche monouso e lavabili.

Spessa o sottile

Dovete scegliere il modello in base al vostro flusso. Ad esempio, se il flusso è leggero o medio, è sufficiente un normale tampone per il flusso. Ma se avete un flusso abbondante, dovreste scegliere un assorbente per flussi abbondanti. La capacità di assorbimento si evince dai pittogrammi delle gocce sulla confezione. Hanno capacità di assorbimento diverse a seconda del flusso scelto e della dimensione (larghezza) scelta.

Esistono anche taglie per la notte, molto più spesse e con un'area di assorbimento più ampia sul retro, per la massima protezione quando si è sdraiati.

Gli assorbenti igienici hanno composizioni che possono non essere ottimali, in quanto alcuni contengono sostanze chimiche come cloro, profumo o prodotti che dovrebbero neutralizzare gli odori. Questi prodotti favoriscono l'irritazione, la secchezza vaginale e il prurito, alterando il pH vaginale. Sceglietene quindi uno in cotone organico certificato, migliore per il vostro corpo.

Con o senza ali

Gli assorbenti igienici sono disponibili con o senza ali. Queste ali si ripiegano sotto i lati della biancheria intima e forniscono un migliore sostegno e protezione contro le perdite.

Asciugamani igienici lavabili

Sono un'alternativa agli assorbenti monouso, una versione più ecologica ed economica in quanto riutilizzabili.
Gli assorbenti lavabili funzionano come quelli usa e getta: basta sceglierne uno adatto al proprio flusso. Hanno lo stesso livello di assorbimento della versione monouso. Quindi, se si utilizzano 4 assorbenti monouso al giorno, occorreranno 4 assorbenti riutilizzabili al giorno. Per avere un po' di margine tra un lavaggio e l'altro, è consigliabile avere l'equivalente di 3 giorni di lavaggio.

Come si usa un assorbente?

È un mezzo di protezione molto semplice da utilizzare. Basta togliere l'assorbente dalla confezione e staccare la striscia adesiva. Poi attaccate la parte adesiva (per i monouso) alla vostra biancheria intima, o agganciate le clip/bottoni di quella riutilizzabile sotto la vostra biancheria intima. Per le versioni monouso, è sufficiente ripiegare le linguette su entrambi i lati e incollarle.

Come si usa correttamente un tampone?

Come per gli assorbenti igienici, i tamponi devono essere cambiati in media ogni 4 ore, per evitare la proliferazione di batteri e il rischio di sindrome da shock tossico.

Per quanto tempo devo conservare un assorbente?

L'assorbente deve essere cambiato in media ogni 4 ore, anche prima in caso di flusso abbondante, per evitare la proliferazione batterica o la fuoriuscita di liquido. Di notte, è ovviamente possibile tenerlo acceso per più di 4 ore!
La composizione comporta diversi gradi di rischio in termini di irritazione, bruciore o allergia. Tuttavia, a differenza dei tamponi, non è stato stabilito un legame tra l'uso prolungato e la TSS. Il rischio è ancora più basso se si sceglie una protezione sanitaria in cotone biologico, senza profumo e non sbiancata con il cloro.

E di notte?

Come spiegato in precedenza, è possibile utilizzare il pad di notte per un massimo di 12 ore senza alcun timore. Poiché il sangue non si raccoglie all'interno della vagina, non c'è il rischio di sviluppare la sindrome da shock tossico. Se siete sensibili e spesso soggette a infezioni, funghi o irritazioni, optate per una versione lavabile realizzata con tessuti delicati per la vostra flora intima.
Come per tutti i prodotti che entrano in contatto con un'area sensibile come la zona intima, è importante conoscere la composizione di questi prodotti.

Quali sono le migliori alternative agli assorbenti igienici?

Esistono alternative agli assorbenti igienici più ecologiche ed economiche. Se si desidera continuare a utilizzarli, si può optare per la versione lavabile. Funzionano come gli assorbenti igienici tradizionali, cambiando ogni 4 ore. Optate per un assorbente lavabile in sano cotone biologico per dare il meglio alla vostra zona intima.

Un'altra alternativa ecologica sono i pantaloni mestruali Elia. Sono realizzati in cotone biologico, un materiale traspirante e antibatterico che impedisce irritazioni e proliferazione batterica. Non ci sono nemmeno cattivi odori!
Si adattano a tutti i flussi e alle esigenze del ciclo. La zona assorbente è realizzata in fibra di eucalipto, un materiale naturale ed ecologico rispetto al bambù, oggi responsabile della deforestazione.
Il vantaggio delle mutandine mestruali è che si possono tenere addosso fino a 12 ore, quindi è più pratico: si mettono al mattino e si tolgono alla sera! Niente di più facile!

Domande frequenti sugli assorbenti igienici

Quando devo usare un assorbente?

Si tratta di una protezione sanitaria destinata ad essere utilizzata durante il periodo. Ma si può usare anche in altri momenti del ciclo, come durante lo spotting o le perdite bianche abbondanti, usando uno strato sottile.

Gli assorbenti igienici sono pericolosi?

Non esiste un legame provato tra la sindrome da shock tossico e l'uso di assorbenti igienici. Per evitare qualsiasi rischio di infezione o irritazione, scegliete la composizione più sana possibile: biologica certificata, senza sostanze chimiche dannose per la salute.

Come faccio a sapere quando cambiare l'assorbente?

Si consiglia di cambiare l'assorbente ogni 4 ore, anche prima se il flusso è abbondante. Quando l'assorbente è pieno e si avverte una sensazione di bagnato, è ora di cambiarlo!


Potrebbe piacerti anche :