Rimedi della nonna e soluzioni naturali per mestruazioni molto dolorose

Le mestruazioni dolorose possono essere molto debilitanti nella vita quotidiana di molte donne, indipendentemente dal flusso. A volte le persone vogliono provare prima le soluzioni naturali prima di prendere in considerazione i trattamenti farmacologici. Mestruazioni molto dolorose: come possono aiutare le ricette della nonna? Quale rimedio naturale adottare? In questo articolo vi diamo alcuni consigli efficaci!

Mestruazioni molto dolorose: quali donne ne sono affette?

Innanzitutto, è importante ricordare che periodi dolorosi e invalidanti non sono normali. È comune avvertire un leggero disagio e dolore nei giorni precedenti e durante le mestruazioni, ma questo non deve essere una tortura. Le mestruazioni dolorose sono chiamate dismenorrea. Il dolore è sintomo di un eccesso di un ormone chiamato prostaglandina. È questo ormone a scatenare le contrazioni uterine che espellono la mucosa durante le mestruazioni. Il dolore mestruale è comune nei primi mesi dopo l'inizio delle perdite di sangue, nell'adolescenza. Si tratta della cosiddetta dismenorrea primaria.
Ma a volte le cause possono essere altre: endometriosi, infezioni genitali croniche, disturbi ovarici, disturbi ormonali, o anche polipi dell'utero... In questo caso si tratta di dismenorrea secondaria, che compare a causa di una malattia, in età adulta.

I nostri 7 rimedi della nonna per il ciclo mestruale doloroso

Poiché ogni donna può trovarsi ad affrontare mestruazioni dolorose nel corso della vita, è importante conoscere questi consigli da nonna che possono cambiare la vita! Sì, esistono rimedi naturali per le mestruazioni dolorose!

Tisane

Le tisane, come alternativa gentile ai farmaci, funzionano molto bene per ridurre il dolore del flusso mestruale. È anche possibile consumarne un cucchiaino in una tazza di acqua calda poco prima delle mestruazioni, durante la sindrome premestruale, per alleviare i fastidi. Tra le tisane e gli infusi di foglie più efficaci, ben noti alle nostre nonne, troviamo queste piante dalle diverse proprietà:

  • Infuso di salvia, noto per le sue proprietà antinfiammatorie e antispasmodiche. Aiuta a ridurre i dolori mestruali e a regolare i cicli irregolari.
  • L'infuso di foglie di lampone aiuta ad alleviare i crampi e gli spasmi causati dalla contrazione dell'utero durante le mestruazioni. Si possono assumere fino a 3 tazze al giorno prima e durante il periodo mestruale.
  • Tè all'achillea. Questa pianta contiene componenti antispastici, antinfiammatori e rilassanti.

Scegliete infusida fonti biologiche: è meglio per la vostra salute, eviterete gli interferenti endocrini che possono causare disturbi ormonali che possono anche accentuare il dolore! Si può anche aggiungere miele o zenzero per una bevanda confortante.

Oli essenziali

L'uso degli oli essenziali è chiamato aromaterapia. Gli oli hanno virtù e proprietà diverse. Si possono utilizzare in un massaggio (ad esempio del basso ventre) o in un bagno caldo. Gli oli essenziali sono da preferire:

  • Dragoncello
  • Salvia sclarea
  • Basilico

Praticare uno sport

Anche se si potrebbe essere portati a credere il contrario, lo sport ha in realtà molti benefici contro i dolori mestruali. Infatti, lo sport attiva la circolazione sanguigna, consentendo una migliore ossigenazione dei muscoli. Inoltre, lo sport rilascia endorfine, i famosi ormoni del benessere che alleviano il dolore.
Non c'è bisogno di forzarsi a correre una maratona durante le mestruazioni: una sessione di yoga o pilates può fare al caso vostro. Questo vi aiuterà a distendere i muscoli e a rilassarvi concentrandovi sulla respirazione.

Attività sessuale regolare

Così come lo sport può aiutare in caso di mestruazioni dolorose, l'attività sessuale, e in particolare l'orgasmo, è un rimedio naturale. Infatti, allevia i crampi e persino le emicranie legate alle mestruazioni. Non c'è nessuna controindicazione a fare sesso durante le mestruazioni, è perfettamente possibile. Attenzione, però, perché la presenza di sangue aumenta il rischio di malattie sessualmente trasmissibili e di IST, quindi assicuratevi di proteggervi durante le mestruazioni!

Bottiglia d'acqua calda o bagno caldo

Il calore allevia anche il dolore pelvico. Il calore dilata i vasi sanguigni, aumentando l'apporto di ossigeno e rilassando la muscolatura dell'utero.
Per farlo, si può fare un bagno caldo con oli essenziali o utilizzare le borse dell'acqua calda, una tecnica ben nota alle nostre nonne. Le borse dell'acqua calda naturali secche, ad esempio, sono pratiche perché basta riscaldarle per 2 minuti nel microonde. Anche un leggero massaggio al basso ventre può aiutare ad alleviare le contrazioni.

Una buona notte di sonno

Durante le mestruazioni, il sonno è ancora più importante per l'organismo. Aiuta a combattere la stanchezza, che può peggiorare i sintomi mestruali. Una buona notte di sonno aiuta anche a combattere gli squilibri ormonali, che possono peggiorare il dolore.

Una dieta sana e varia

Un modo naturale per combattere i dolori mestruali è quello di seguire la dieta. In effetti, bisognerebbe evitare gli alimenti infiammatori che contengono zucchero raffinato, carne rossa, cibi altamente elaborati, ecc. Infatti, alcuni studi dimostrano che le persone che seguono una dieta ricca di minerali hanno meno dolori mestruali. Potete anche privilegiare alimenti come la frutta secca ed evitare alcolici, bibite, caffè, ecc. e bere molta acqua!

E se le soluzioni naturali non funzionano?

Se, nonostante tutti questi consigli e rimedi, il dolore persiste, contattate il vostro medico, ginecologo o ostetrica. Solo un professionista della salute sarà in grado di diagnosticare l'origine del dolore. Esistono diverse cause possibili, tra cui l'endometriosi. Ricordate che non è normale avere dolori durante il ciclo mestruale e che non devono influenzare la vostra vita quotidiana.

L'anemia legata al ciclo mestruale è piuttosto comune. La malattia provoca sintomi più o meno invalidanti nella vita quotidiana. Se soffrite di un flusso mestruale eccessivamente abbondante o addirittura emorragico, consultate il vostro medico! Questo può nascondere una patologia sottostante.

Potrebbe piacerti anche :