Flusso libero istintivo: come praticarlo? Metodi e suggerimenti

La pratica del flusso istintivo, nata negli Stati Uniti, consiste nel trattenere il sangue delle mestruazioni in vagina, senza l'uso di assorbenti igienici e tamponi, e nell'evacuarlo volontariamente, ad esempio nella toilette.


Che cos'è il flusso istintuale libero (FIF)?

Il flusso libero istintivo, abbreviato anche in FIF, è una soluzione per trattenere il sangue delle mestruazioni, contraendo i muscoli del perineo, fino al momento dell'evacuazione. È un metodo ecologico ed economico che non richiede l'uso di protezioni periodiche e che permette di riscoprire le sensazioni del proprio corpo e di ascoltare i segnali mestruali.

L'istinto del flusso libero: un metodo democratizzato negli Stati Uniti

Iniziata dall'altra parte dell'Atlantico, la pratica del flusso libero durante le mestruazioni ha visto la luce nel 2015, diffusa su Internet e sui social network, grazie a blogger e artisti di youtube che hanno promosso questo metodo ecologico e naturale. Anche lo scetticismo che circonda l'efficacia del metodo ha contribuito al suo successo: molte donne si chiedevano se il metodo fosse davvero affidabile! Il metodo è molto più popolare tra le donne americane che tra quelle europee, ma la sua democratizzazione sta riducendo il divario.

Come praticare il flusso istintivo libero?

Probabilmente vi starete chiedendo come avviare il libero flusso istintivo in questo caso! Per praticare la FIL è necessario innanzitutto capire il proprio flusso, ascoltare il proprio corpo e allenarsi: non è un metodo che si impara in 5 minuti! Si tratta piuttosto di un lavoro di sensibilizzazione sul proprio corpo per diversi cicli, per domare la continenza mestruale.

Fase 1: Osservare e comprendere il flusso mestruale

Innanzitutto, è necessario osservare le proprie perdite mestruali indossando una protezione esterna, cioè una protezione che permetta alle perdite mestruali di fluire. È quindi fondamentale identificare i seguenti punti chiave:
  • L'arrivo delle mestruazioni: saper prevedere con certezza quando le mestruazioni arriveranno nei prossimi giorni e conoscere i sintomi premestruali e il proprio ciclo
  • Momenti chiave: identificare quando il sangue scorre normalmente e quando non scorre.
  • Quantità: in quale giorno del ciclo e in quale momento della giornata viene persa la maggior quantità di sangue.
  • Sensazioni: poter avvertire la sensazione del sangue che scorre nella vagina dalla cervice alle piccole labbra, avvertire le contrazioni uterine o la pressione della vescica, lo stimolo a urinare, la pesantezza del basso ventre.
  • Le vostre attività quotidiane: quali sono le attività che favoriscono o meno il flusso (sport, fare il bagno, dormire, trasportare carichi pesanti, starnutire...)

Questo esercizio vi permetterà di riconnettervi con le sensazioni del vostro corpo e di stabilire i primi punti di riferimento per impostare il libero flusso istintivo. Infatti, il ciclo può non essere come un orologio e il sangue mestruale non scorre continuamente: è quindi necessario affidarsi a un insieme di fattori e segnali da decifrare per praticare la FIL in modo efficace.

Fase 2: sperimentare il flusso istintivo a casa

All'inizio del flusso libero istintivo, probabilmente sarà necessario andare in bagno regolarmente per evacuare il sangue. Vi consigliamo quindi di provarlo nel comfort di casa vostra! All'inizio possono verificarsi incidenti, quindi è importante sentirsi a proprio agio, tranquilli e in grado di concentrarsi sulle sensazioni del proprio corpo. Se non è possibile, si può sempre utilizzare una protezione sanitaria esterna, come una mutandina mestruale, per evitare perdite e sperimentare senza stress!

Elia offre anche uno shorty di colore ecru per esercitarsi con la FIL e per verificare rapidamente se sono state versate accidentalmente delle gocce. Man mano che si procede, si svilupperà un'abitudine!

Fase 3: Ascoltare il proprio corpo e analizzare il flusso sanguigno

In concreto, non appena si avverte una fuoriuscita di liquido dal collo dell'utero, si potranno contrarre i muscoli del perineo, che permetteranno alla vagina di stringersi: la perdita di sangue non potrà fluire nel fondo delle mutandine! Il perineo, infatti, è costituito da un insieme di muscoli che rivestono la parte inferiore del bacino, dal pube al coccige, e che svolgono un ruolo nella continenza. Anche se poche donne ne sono consapevoli prima della gravidanza, il perineo può contrarsi e rilassarsi volontariamente a comando! È quindi importante mantenerla tonica!

Dopo aver trattenuto l'emorragia, si può andare in bagno o sotto la doccia per evacuare! L'obiettivo è quello di aumentare gradualmente il tempo in cui si riesce a trattenersi, in modo da poter evacuare solo quando si va in bagno a fare pipì: da circa quindici minuti si può passare rapidamente a diverse ore facendo coincidere il desiderio di urinare con il rilassamento dei muscoli del perineo!

È facile allenarsi a far defluire il flusso nella toilette, poiché siamo generalmente condizionati a rilassare il pavimento pelvico quando siamo seduti sul water, o addirittura a spingere! Il flusso di urina di solito scorre molto più velocemente e per primo: non lasciatevi ingannare, il sangue è più viscoso e impiega un po' più di tempo a scorrere lungo la parete vaginale. È anche molto utile osservare visivamente ciò che scorre, per apprezzarne la quantità. Non esitate a rimanere ancora un po' sul trono per aspettare che scendano le ultime gocce.

Man mano che si procede, si potranno affinare le sensazioni per essere sempre più efficienti nel praticare la FIL durante il giorno. Una volta acquisiti i riflessi, è possibile addestrarli a durare anche di notte, perché è meno facile! I muscoli tendono a rilassarsi naturalmente e rendono più difficile la continenza mestruale.

Perché optare per un flusso libero e istintivo?

La scelta di IDF presenta numerosi vantaggi:
  • È economico: non dovrete spendere soldi per la protezione mestruale ogni mese, il flusso istintivo è gratuito!
  • Fa bene al pianeta: senza sprechi e senza produzione, il libero flusso istintivo coinvolge solo voi e non lascia alcun impatto sull'ambiente.
  • Vi restituisce il controllo: ora siete pienamente consapevoli e in possesso delle vostre sensazioni corporee, e potete anche liberarvi dall'inconveniente della protezione sanitaria nella vostra vita sessuale.
  • Fabene al corpo: senza interferenti endocrini, questo metodo di continenza mestruale permette anche di rafforzare e mantenere il perineo, che sostiene l'intero pavimento pelvico: addio alla discesa degli organi!
  • Non ci sono odori: le secrezioni non hanno il tempo di ristagnare nella protezione sanitaria e i batteri non hanno il tempo di svilupparsi, vengono evacuati dopo poche ore nel corso della giornata.

È pericoloso praticare il flusso istintivo libero?

Non ci sono pericoli noti nella pratica del flusso istintivo libero. Non c'è rischio di sindrome da shock tossico, nonostante la presenza di sangue che ristagna in vagina, perché la frequenza di evacuazione è inferiore alle 4 ore: infatti, si urina in media 6 volte al giorno!

Gli svantaggi del flusso istintivo libero

D'altra parte, la pratica dell'IDF può presentare alcune difficoltà o svantaggi:
  • Dopo il parto o una gravidanza difficile: il perineo è meno tonico e la sua contrazione per un lungo periodo è compromessa. È quindi necessario sottoporsi prima alla rieducazione perineale
  • Sport di lunga durata: se un'ora o due di sport sono perfettamente fattibili, in un periodo più lungo senza accesso alla toilette o durante uno sport particolarmente fisico per il corpo, il rischio di stravaso è aumentato
  • Durante i periodi emorragici o la spirale di rame: ciò significa andare in bagno più volte all'ora, il che può essere complicato se non si è a casa.
  • Dinotte: quando si è particolarmente inclini al sonno pesante e al rilassamento muscolare, si è di solito in autocontrollo e il sangue può ristagnare in vagina per diverse ore, a seconda del flusso.
  • Senza accesso alla toilette: se siete in movimento o senza accesso alla toilette durante il giorno, non sarete in grado di evacuare!
  • Se si è molto stanchi e/o malati: la stanchezza fa perdere la concentrazione e la contrazione muscolare del perineo si riduce, così come i ripetuti starnuti o colpi di tosse che possono portare a perdite involontarie!

In questi casi, vi consigliamo di raddoppiare le mutandine mestruali!


È possibile praticare il flusso istintivo con mestruazioni abbondanti?

Non è impossibile, ma in caso di mestruazioni abbondanti o emorragiche la perdita di sangue mestruale è molto maggiore, quindi è necessario andare in bagno molto più regolarmente. Dipende dalla possibilità di andare più volte all'ora e dall'impatto che questo ha sulla vostra giornata. Il rischio di emorragie involontarie è quindi più frequente.


Domande frequenti sul flusso intestinale libero

Come praticare il flusso istintivo libero?

Per praticare il flusso libero istintivo, è necessario innanzitutto ascoltare il proprio corpo e i suoi segnali che indicano che il sangue sta fluendo dalla cervice lungo la parete vaginale. Non appena ciò avviene, il perineo deve essere contratto e rilasciato solo quando si va in bagno!

È possibile ritardare le mestruazioni?

È perfettamente possibile trattenere volontariamente il flusso di sangue delle mestruazioni e favorirlo solo quando lo si decide! Questo metodo è chiamato metodo istintivo del flusso libero.


Potrebbe piacerti anche :