IUD e mestruazioni: quale impatto sul flusso mestruale?

Sebbene la pillola sia ancora il metodo contraccettivo più utilizzato dalle donne in Francia, molte donne optano per lo IUD contraccettivo. Alcune donne preferiscono non dover pensare quotidianamente alla propria contraccezione. In ogni caso, la contraccezione è una scelta personale che va discussa con il proprio medico, che saprà consigliarvi al meglio.



Che cos'è uno IUD contraccettivo?

È difficile scegliere un metodo contraccettivo quando si conosce il rapporto tra contraccezione e mestruazioni! Il dispositivo intrauterino, o IUD, è un dispositivo contraccettivo a forma di T che misura circa 3,5 cm di lunghezza e 3 cm di larghezza. Il medico lo inserisce nell'utero. Si tratta di un metodo molto efficace, che offre un'eccellente efficacia e che può essere utilizzato a qualsiasi età o se si sono già avuti dei figli.

Lo IUD al rame funziona impedendo agli spermatozoi di raggiungere l'ovulo, agendo come spermicida. Provoca inoltre un fenomeno infiammatorio nell'utero, che impedisce l'impianto dell'embrione a causa dell'assottigliamento dell'endometrio.

Lo IUD ormonale agisce diffondendo una piccola quantità di ormoni progestinici sulla parete dell'utero. Gli ormoni addensano le secrezioni della cervice, bloccando così il passaggio degli spermatozoi. La durata di vita del dispositivo in rame è di 10 anni rispetto ai 5 anni del dispositivo all'ormone.

Quali sono gli effetti dello IUD sulle mestruazioni?

Che si tratti di rame o di ormoni, tenderà ad alterare le mestruazioni.

Lo IUD ormonale

Lo IUD ormonale e le mestruazioni sono direttamente collegate grazie alla presenza di progesterone nello IUD, come la mirena in Francia. Infatti, questo metodo provoca spesso mestruazioni meno abbondanti, che possono addirittura scomparire nel tempo per una donna su tre (amenorrea). I metodi ormonali possono essere una buona soluzione per chi soffre di flusso mestruale abbondante. Può verificarsi un rischio di sanguinamento irregolare, ma di solito dura solo per i primi mesi.

La bobina di rame

Si tratta di un contraccettivo naturale, senza ormoni. Lo IUD al rame non ha quindi alcun impatto sulle mestruazioni, consentendo alle donne di mantenere un ciclo mestruale naturale.
A differenza dello IUD ormonale, lo IUD al rame è noto per causare mestruazioni molto più pesanti e lunghe. Fate attenzione se soffrite già di mestruazioni abbondanti o sanguinanti, o di dolori mestruali (ad esempio in caso di endometriosi).

Devo scegliere lo IUD in base alle mie mestruazioni?

In caso di mestruazioni abbondanti o sanguinanti, è meglio pensarci due volte prima di inserire uno IUD al rame. Lo IUD ormonale non presenta particolari controindicazioni. Tuttavia, poiché agisce con gli ormoni, può provocare i classici effetti collaterali e indesiderati che conosciamo con la contraccezione ormonale: acne, rischio di sbalzi d'umore, mal di testa, riduzione della libido, gonfiore del seno, ecc.

Come si inserisce uno IUD?

Lo IUD viene inserito da un medico, un ginecologo o un'ostetrica, dopo una prima visita in cui si escludono i rischi di fibromi uterini, infezioni vaginali o gravidanze: in breve, che non si abbiano controindicazioni all'inserimento di uno IUD. Lo IUD viene inserito all'inizio o alla fine del periodo mestruale. Questo conferma che non si è incinta e facilita l'impianto del dispositivo, poiché la cervice è aperta durante le mestruazioni.
L'inserimento avviene per mezzo di uno speculum: viene fatto passare attraverso la vagina per essere inserito nell'utero. L'inserimento non deve far male e richiede solo pochi minuti. Avrete un filo sporgente? Non preoccupatevi, i fili dello IUD vengono utilizzati quando lo IUD viene rimosso e possono essere accorciati se intralciano i rapporti sessuali.

Il flusso mestruale cambia subito dopo l'inserimento dello IUD?

I periodi mestruali successivi all'inserimento di uno IUD sono modificati. Per la versione ormonale, si ridurranno, ma potrebbe comparire un'emorragia anarchica. Con la versione in rame, il prezzo da pagare è generalmente un flusso più pesante e più lungo per alcuni mesi dopo l'inserimento e anche più a lungo. Si consiglia vivamente di utilizzare una mutandina mestruale, soprattutto di notte, per evitare di irritarsi troppo con l'uso ripetuto della protezione sanitaria tradizionale.

Le mestruazioni tornano normali dopo la rimozione dello IUD?

In generale, le mestruazioni alla fine si stabilizzano e tornano a essere il più possibile normali. Tuttavia, per lo IUD al rame, il volume della perdita di sangue rimane complessivamente maggiore. Con il metodo ormonale, le mestruazioni tendono a rimanere più leggere. È frequente che le donne che assumono lo IUD ormonale non abbiano alcuna perdita. Naturalmente, ogni donna è diversa! Se necessario, potete utilizzare una mutandina mestruale adatta al vostro flusso attuale per limitare il disagio.

Quali sono le alternative allo IUD contraccettivo?

Esistono molti metodi contraccettivi: la pillola contraccettiva, l'impianto, il cerotto, il preservativo maschile o femminile, il diaframma, l'anello vaginale, gli spermicidi... Tutti hanno diversi gradi di efficacia, vantaggi e svantaggi sulla libido che saranno più o meno importanti a seconda delle preferenze di ciascuno. Il vostro medico di base o un professionista della salute sarà in grado di guidarvi. Va notato che la scelta della contraccezione e il carico mentale ad essa associato, in una coppia, non deve ricadere unicamente sulla donna! Ricordate inoltre che solo i preservativi proteggono dalle IST e dalle malattie sessualmente trasmissibili!

Domande frequenti su IUD e mestruazioni

Perché inserire uno IUD durante le mestruazioni?

Lo IUD viene solitamente inserito durante il periodo mestruale, perché è in questo momento del ciclo mestruale che la cervice si apre con l'evacuazione dell'endometrio, rendendo più facile l'impianto.

Quali sono gli svantaggi dello IUD in termini di mestruazioni?

In genere provoca periodi più lunghi, con un volume maggiore, ma anche più dolorosi. Ovviamente non si tratta di un fenomeno sistematico e non è uguale per tutte le donne.

Come si può arrestare l'emorragia dopo l'inserimento di uno IUD?

Dopo l'inserimento di uno IUD ormonale può verificarsi un'emorragia incontrollata. Se persistono dopo qualche mese, consultate il vostro ginecologo: questo metodo contraccettivo potrebbe non essere adatto a voi. Quando si inserisce un dispositivo intrauterino di rame, è normale che si verifichino delle perdite di sangue nei giorni successivi.



Potrebbe piacerti anche :