Che cos'è il cancro al collo dell'utero?

Che cos'è il cancro al collo dell'utero?

Che cos'è il cancro al collo dell'utero?

Il cancro del collo dell'utero è lo sviluppo di un tumore maligno che inizia nella mucosa della cervice, la parte stretta che separa la vagina dall'utero. Questo tumore è causato da un'infezione a trasmissione sessuale legata al contatto prolungato con un virus della famiglia dei papillomavirus umani (in particolare HPV 16 e 18). Questa infezione è la più comune IST al mondo, con l'80% delle donne infettate almeno una volta nella vita. In teoria, il virus HPV viene eliminato naturalmente, ma l'infezione può persistere e svilupparsi in lesioni precancerose e poi in cancro se non viene individuata e trattata in tempo.

Ecco perché è così importante sottoporsi a controlli regolari - lo striscio - a partire dai 25 anni e anche dopo i 50 anni. Questi esami consentono di individuare e trattare le lesioni precancerose prima che si trasformino in cancro. Il cancro del collo dell'utero è uno dei tumori più frequentemente diagnosticati, anche se spesso non presenta sintomi, il che significa che nella maggior parte dei casi può essere trattato in tempo perché si sviluppa lentamente. In media, ci vogliono circa dieci anni dal momento del contatto con il virus HPV perché si sviluppino le prime lesioni precancerose e altri dieci anni prima che le lesioni si trasformino in cancro.

Infine, il virus si trasmette attraverso il contatto con la pelle e le mucose, in particolare durante i rapporti sessuali, con o senza penetrazione. Per questo motivo il preservativo spesso non è sufficiente, in quanto non fornisce una protezione completa perché spesso non copre la base del pene.

Due tipi di cancro : 

Quasi tutti i tumori del collo dell'utero (80-90%) hanno origine nella parte inferiore della cervice, nell'ectocervice. Questo tumore è noto come carcinoma a cellule squamose.

Il restante 10-20% ha origine nella parte superiore della cervice, nell'endocervice. Questo tumore è chiamato adenocarcinoma.

 

Altri fattori di rischio :

Sebbene l'infezione da HPV rimanga la causa principale del cancro cervicale, alcuni fattori aumentano il rischio di contrarre il virus o di non eliminarlo:

  • Come per tutte le IST, avere molti partner aumenta il rischio di infezione da parte dei papillomavirus più virulenti, nonostante l'uso del preservativo.

  •  Fumo (anche passivo) 

  • Uso a lungo termine di contraccettivi ormonali

  • La presenza di altre IST (in particolare clamidia e herpes genitale)

  • Sistema immunitario indebolito (trattamento medico o HIV)

  • Avere avuto più figli (multiparità)  

 

Segnali di pericolo:

L'infezione da Papillomavirus presenta generalmente pochi o nessun sintomo. Tuttavia, in caso di sanguinamento dopo i rapporti sessuali o in generale al di fuori del periodo mestruale, di dolore durante i rapporti sessuali o di dolore nella zona pelvica, si consiglia di consultare un medico specialista. 

Trattamento:

SSe si scopre che si tratta di cancro al collo dell'utero, si possono proporre diverse soluzioni.

In primo luogo, verrà effettuato uno studio dell'estensione del tumore per stabilire un protocollo di trattamento adeguato. Questo tiene conto delle dimensioni, della profondità e della possibile diffusione del tumore. Infatti, sebbene il tumore del collo dell'utero sia spesso diagnosticato allo stadio 1, cioè localizzato alla cervice, può tuttavia svilupparsi nelle regioni limitrofe e, con il passare del tempo, anche più lontano.

Il trattamento del tumore del collo dell'utero prevede spesso un intervento chirurgico (asportazione degli strati superiori della cervice o asportazione del collo dell'utero nei casi meno avanzati, asportazione della cervice, dell'utero, delle tube di Falloppio, della parte superiore della vagina e delle ovaie nei casi più avanzati) combinato con la radioterapia (interna o esterna). La chemioterapia può essere presa in considerazione in alcuni casi (se il tumore è più grande di 4 cm o se si è diffuso in altre aree). L'obiettivo in tutti i casi è cercare di ridurre le dimensioni del tumore e/o bloccare la moltiplicazione e la migrazione delle cellule tumorali.

 

Un vaccino?

Esiste un vaccino contro il papillomavirus umano (HPV), che deve essere ripetuto più volte ed è raccomandato prima di qualsiasi attività sessuale. Tuttavia, il vaccino non protegge da tutte le infezioni da HPV, che sono numerose. Come spiegato in precedenza, possiamo solo consigliare di sottoporsi regolarmente allo striscio.

 

HPV in cifre :

 

  • Il cancro al collo dell'utero colpisce ogni anno più di 3.000 donne in Francia e 500.000 nel mondo.

  • Più di 1.100 donne muoiono ogni anno per il cancro al collo dell'utero

  • ¾ delle donne hanno meno di 65 anni quando viene loro diagnosticato un tumore al collo dell'utero

 

Ma il papillomavirus causa anche :

  • 500 tumori vulvari

  • 300 cancri vaginali

  • 1.100 tumori l

Scoprite i nostri slip mestruali, realizzati in cotone biologico per un comfort imbattibile, per ogni giorno del ciclo!

Torna al blog

Lascia un commento

I commenti devono essere approvati prima di essere pubblicati.

I nostri best seller

1 da 8

Le informazioni contenute negli articoli del sito www-elia-lingerie.com sono informazioni generali. Sebbene siano state esaminate da professionisti del settore sanitario, queste informazioni non sono esenti da errori, non costituiscono un consiglio o una consulenza sanitaria e non intendono fornire una diagnosi o suggerire un ciclo di trattamento. In nessun caso queste informazioni possono essere utilizzate come sostituto di un parere medico, né possono sostituire un consulto con un professionista della salute. In caso di domande, si prega di consultare il proprio medico.