Gravidanza ectopica: complicazioni e trattamento

Grossesse extra-utérine : complications et traitement

Sul blog di Elia vi abbiamo già parlato della gravidanza ectopica. Oggi, in questa seconda parte, vi spiegheremo come viene diagnosticata una gravidanza ectopica (EP), quali sono i trattamenti e se ci sono complicazioni.

Si può prevenire una gravidanza ectopica?

La gravidanza ectopica non può essere prevenuta, ma si possono ridurre i fattori di rischio e prevenire le complicazioni. Alcune cose che potete fare sono

  • Proteggetevi durante i rapporti sessuali per evitare di contrarre una malattia sessualmente trasmissibile o una malattia infiammatoria pelvica. Questo riduce il rischio di gravidanza ectopica

  • Eseguire un test di gravidanza se le mestruazioni si sono interrotte

  • Recatevi dal vostro medico non appena avete dei dubbi sulla vostra gravidanza per ottenere una diagnosi e sottoporvi agli esami necessari.

Come viene diagnosticata una gravidanza ectopica?

Per individuare un'eventuale EP, è possibile eseguire un esame vaginale. Se la donna ha una gravidanza ectopica, il medico può sentire una piccola massa vicino all'utero. Questo è piuttosto doloroso nel "cul-de-sac" all'incrocio tra la vagina e l'utero.

Vengono inoltre eseguiti ulteriori esami perché il tocco vaginale non è sufficiente. Il più delle volte viene prelevato un campione di sangue per misurare un ormone prodotto dalla placenta: la gonadotropina corionica (HCG). Questo ormone è caratteristico di una gravidanza, ma varia in modo diverso in una gravidanza ectopica. Durante una gravidanza normale, il livello di questo ormone raddoppia ogni 48 ore, mentre l'evoluzione è molto più lenta in una EP. Verrà inoltre effettuata un'ecografia per confermare la diagnosi (pelvica, uterina). Infatti, se una donna è incinta ma la sua cavità uterina è vuota, si tratta di una gravidanza ectopica. Inoltre, durante un'ecografia è possibile rilevare la presenza di sangue nella cavità addominale e pelvica. A volte, può essere eseguita anche una laparoscopia per rilevare un'EP (un tubo a fibre ottiche, collegato a una telecamera, inserito all'interno dell'utero), oltre a monitorare i livelli di progesterone nel sangue.

Va notato che la gravidanza ectopica è un'emergenza chirurgica. Una volta individuato, viene trattato direttamente. Infatti, più una donna aspetta, maggiore è il rischio di emorragia, che a volte è fatale. Se la donna incinta viene trattata prima di una potenziale emorragia, è raro che le cose si complichino in modo estremo.

Qual è il trattamento per una gravidanza ectopica?

Se viene diagnosticata una gravidanza ectopica, come abbiamo appena detto, l'intervento chirurgico deve essere eseguito con urgenza. Poiché l'embrione non si sta sviluppando nel posto giusto, c'è il rischio che la tuba di Falloppio si rompa e provochi un'emorragia interna.

Va inoltre notato che nel 10-20% dei casi le EP portano a un aborto spontaneo e l'ovulo viene eliminato spontaneamente dal corpo umano.

A seconda del caso, vengono prese in considerazione due procedure mediche:

  • In caso di EP non rotto (più probabile che si verifichi all'inizio di una gravidanza): iniezione di un farmaco (metotrexato) da parte dell'operatore sanitario, che arresta lo sviluppo cellulare e distrugge l'ovulo. Viene iniettato direttamente nella tuba di Falloppio con un ago per via intramuscolare.

  • Chirurgia laparoscopica: il chirurgo esegue una laparoscopia in anestesia praticando un'incisione nell'ombelico per inserire un tubo ottico. L'obiettivo è quello di aprire la tuba di Falloppio (che è il luogo in cui l'ovulo si sviluppa più spesso in caso di EP) e di estrarre/rilasciare l'ovulo, arrestando al contempo l'emorragia. Questa procedura chirurgica è piuttosto benigna, in quanto richiede solo l'apertura dell'ombelico di pochi millimetri.

  • Rimozione della tuba di Falloppio: nei casi più gravi, cioè in caso di rottura della tuba o di EP ripetuta, il medico esegue una laparoscopia come spiegato sopra, ma deve eseguire una resezione chirurgica, cioè l'asportazione chirurgica di una parte di organo o di tessuto patologico. Ad esempio, rimuove la tuba di Falloppio. A volte può essere necessario aprire l'addome, come nel caso di un parto cesareo.

Quali sono le complicazioni o le conseguenze di una gravidanza ectopica?

Contrariamente a quanto si potrebbe pensare, una EP in quanto tale non ha conseguenze sulla fertilità. Infatti, circa il 60% delle gravidanze spontanee o da fecondazione assistita avviene entro 2 anni da una EP. Tuttavia, il tasso di recidiva di un'EP nelle gravidanze successive è più alto, tra il 10 e il 30%.

Tuttavia, la fertilità di una donna dipende in larga misura dal trattamento che ha ricevuto. Se a una donna sono state asportate entrambe le tube di Falloppio (soprattutto in caso di recidiva), una gravidanza naturale non è più possibile. L'unico modo per avere un figlio è quindi la fecondazione assistita o l'adozione.

Dopo una gravidanza ectopica, il monitoraggio medico sarà ancora più importante, soprattutto durante una successiva gravidanza, per verificare che l'embrione si sia impiantato nel posto giusto questa volta.

Qualunque siano le circostanze e le fasi della vostra vita, Elia vi è vicina, con una gamma di pantaloni mestruali pensati per garantirvi il massimo comfort nei momenti più delicati.




Lascia un commento

Si prega di notare che i commenti devono essere approvati prima di essere pubblicati

Questo sito è protetto da reCAPTCHA e applica le Norme sulla privacy e i Termini di servizio di Google.


Les informations issues des articles présents sur le site www-elia-lingerie.com sont des informations générales. Bien qu’elles aient été relues par des professionnels de santé, ces informations ne sont pas exemptes d’erreurs, ne constituent pas des conseils de santé ou des consultations et n’ont pas vocation à fournir un diagnostic ou proposer un traitement. Ces informations ne peuvent, en aucun cas, se substituer à un avis médical et ne peuvent pas remplacer une consultation auprès d’un professionnel de santé. Pour toute question, nous vous invitons à consulter votre médecin.