Come lavare e curare le mutandine mestruali?

Affinché durino il più a lungo possibile, è importante prendersi cura delle mutandine mestruali. Risciacquo, lavaggio e asciugatura delle mutandine mestruali, vi spieghiamo come prendersene cura!

Come lavare le mutandine mestruali?

Entriamo subito nel vivo dell'argomento passando in rassegna tutte le fasi della pulizia delle mutandine mestruali.

Prelavaggio o risciacquo

Come ogni indumento, soprattutto la biancheria intima, è necessario sciacquare o prelavare le mutandine mestruali quando le si riceve. Sarà stata gestita prima di arrivare a voi. È quindi necessario assicurarsi che sia pulito. Il prelavaggio attiva anche le proprietà assorbenti delle mutandine mestruali. È molto semplice, basta immergere la biancheria intima per 30 minuti in acqua calda o a temperatura ambiente. Strizzarlo e lasciarlo asciugare in piano.

Oltre al prelavaggio quando si ricevono le mutandine mestruali, è importante sciacquarle dopo ogni utilizzo. Quando li togliete la sera dopo averli indossati per un giorno, sciacquateli in acqua fredda finché l'acqua non diventa trasparente. Poi si può mettere ad asciugare.

Lavaggio in lavatrice

Sebbene sia possibile sciacquare le mutandine mestruali e indossarle per diversi giorni, alla fine delle mestruazioni è opportuno lavarle più accuratamente. È possibile lavare le mutandine mestruali in lavatrice. Tuttavia, non superare i 30°. L'acqua calda fisserà il sangue sulle mutandine. Inoltre, una temperatura troppo elevata potrebbe danneggiare le fibre naturali della biancheria assorbente. Si consiglia inoltre di utilizzare una rete di lavaggio, ad esempio un sacchetto di lavaggio ecologico, soprattutto se le mutandine hanno parti in pizzo. Poiché sono state risciacquate in precedenza, potete lavare le mutandine mestruali con il resto della biancheria: non è necessario fare un lavaggio separato. È anche possibile lavarle a mano strofinandole delicatamente con un detergente adatto, come il nostro detergente per mutandine mestruali.

Asciugatura

Un'altra fase molto importante è l'asciugatura. Le mutandine mestruali devono essere lasciate asciugare all'aria aperta. Questa operazione può richiedere un po' di tempo, ma preserverà la vostra biancheria intima. Sono più spessi della normale biancheria intima, quindi è consigliabile stenderli in piano. Non utilizzate l'asciugatrice, perché è troppo aggressiva per le vostre mutandine mestruali. Non posizionarli vicino a fonti di calore, come ad esempio un termosifone.

Quale detersivo devo usare per lavare le mie mutandine mestruali?

Si sconsiglia di utilizzare detergenti industriali per lavare le mutandine mestruali. Contengono troppe sostanze chimiche che possono essere dannose per la flora intima. Allo stesso modo, si sconsigliano ammorbidenti o agenti sbiancanti. Potrebbero attaccare la parte assorbente delle mutandine. Altri prodotti da evitare sono i detergenti con glicerina. Il sapone di Marsiglia o il sapone nero contengono molta glicerina. Questo agente molto grasso ostruisce i pori delle fibre della mutandina, con conseguente perdita di assorbenza e perdite. Optate per un detergente naturale, appositamente studiato per le mutandine mestruali.

Cosa si può fare se le mutandine mestruali hanno ancora un cattivo odore?

Grazie alla parte assorbente in fibre di eucalipto, le mutandine mestruali trattengono l'umidità, ma anche i cattivi odori. Tuttavia, se gli odori persistono, c'è una soluzione molto semplice: aggiungere alcune gocce di oli essenziali durante il lavaggio. Si può scegliere il tea tree o il limone per le loro proprietà antisettiche e antibatteriche.

Come prolungare la vita delle mutandine mestruali?

Se volete godervi le vostre mutandine mestruali il più a lungo possibile, è importante averne cura. Sciacquateli bene dopo ogni giorno di utilizzo e seguite le istruzioni di lavaggio riportate sopra.

Se le vostre mutandine mestruali hanno perso la loro assorbenza, c'è una soluzione. È possibile utilizzare il percarbonato di sodio. Realizzato con carbonato di calcio e sali provenienti da cave naturali, questo prodotto ha le seguenti proprietà:

  • Pulizia ;
  • Sgrassaggio;
  • Sbiancamento.

È inoltre in grado di disincrostare in profondità le fibre intasate. I pori delle fibre della mutandina mestruale si liberano e ritrovano tutte le loro capacità di assorbimento. Il processo è molto semplice:

  • Sciacquare le mutandine (non dovrebbero più contenere sangue);
  • Immergerlo in acqua calda, circa 60°, è a questa temperatura che il percarbonato di sodio può attivarsi (anche se la temperatura supera i 30° solitamente consigliati, non è un problema, perché si tratta di un'operazione unica. Non lo farete ogni mese o settimana);
  • Aggiungere un cucchiaio di percarbonato, quindi mescolare;
  • Lasciare agire per circa 12 ore, quindi lavare in lavatrice.

Manutenzione delle mutandine mestruali: gli errori da non commettere!

Torniamo agli errori da non commettere nella cura delle mutandine mestruali.

Nessun prodotto chimico per la pulizia

Possono danneggiare le fibre delle mutandine mestruali o scolorire il tessuto. Ecco un promemoria dei prodotti sconsigliati:

  • Detergenti industriali;
  • Ammorbidente e ammorbidente per tessuti;
  • Smacchiatori;
  • Bleach;
  • Bleach.

Privilegiate i detersivi ecologici, quelli con le etichette. Leggete attentamente l'etichetta per accertarvi della composizione di ogni prodotto.

Nessun prodotto a base di glicerina

La glicerina è particolarmente grassa e intasa le mutande mestruali. Sarà meno assorbente, quindi il rischio di perdite aumenterà. Per questo motivo, evitate i detergenti che contengono questo ingrediente, come quelli a base di sapone di Marsiglia o di sapone nero.

Evitare il lavaggio ad alte temperature

Se la temperatura è troppo alta, il sangue si attacca alle mutandine mestruali. Anche i pori saranno ostruiti e quindi in grado di assorbire meno liquidi. Non superare i 30° se si lava in lavatrice o usare acqua tiepida se si lava a mano.

Dimenticate il sacchetto di lavaggio

Un altro accessorio utile è la borsa per il lavaggio. Proteggerà le mutandine mestruali dallo sfregamento nel cestello. In questo modo manterrà più a lungo il suo aspetto originale.

Molto pratiche da usare, è comunque importante prendersi cura delle mutandine mestruali per conservarle il più a lungo possibile. Il lavaggio è particolarmente importante.

FAQ sul lavaggio delle mutandine mestruali

Quale sapone devo usare per lavare le mie mutandine mestruali?

Per lavare le mutandine mestruali, privilegiate i detersivi naturali e biologici che abbiano ricevuto etichette o certificazioni. Potete anche optare per il nostro detergente Elia, creato appositamente per le mutandine mestruali.

Come lavare le mutandine mestruali a mano?

Per lavare le mutandine mestruali a mano, scegliete un detergente adatto. Quindi bagnare la biancheria intima con acqua calda e strofinare delicatamente, concentrandosi sulla zona più spessa e assorbente. Risciacquare accuratamente, quindi stendere la biancheria intima.

Come posso eliminare gli odori dalle mie mutandine mestruali?

Se le mutandine mestruali iniziano a puzzare anche dopo il lavaggio, aggiungete qualche goccia di olio di limone o di tea tree per eliminarle.

Cosa devo fare se le mie mutandine mestruali non sono più assorbenti?

Nel caso in cui le mutandine mestruali perdano la loro assorbenza, è possibile utilizzare il percarbonato di sodio. In questo modo si disincrosta profondamente la fibra, che riacquista la sua efficacia.



Potrebbe piacerti anche :