Come diventare Rifiuti Zero?

Comment passer au Zéro déchet ?

Da qualche anno a questa parte, nel team Elia la tendenza è quella di azzerare i rifiuti. Oltre alla creazione delle nostre mutandine mestruali, abbiamo voluto fare il punto su questa tendenza e dare i nostri consigli a chi vuole iniziare!

Che cos'è l'azzeramento dei rifiuti?

Rifiuti zero è un processo che mira a ridurre il più possibile la produzione di rifiuti. Il termine "rifiuti zero" deriva direttamente dall'inglese "zero waste". In inglese, questa espressione si riferisce allo spreco ma anche alla dispersione, quindi la traduzione francese perde alcune informazioni ma l'idea rimane la stessa.

Il principio è quello di ricorrere sempre più al riciclo, per entrare in un'economia circolare. L'idea è quella di rivedere i nostri modelli di consumo per produrre meno rifiuti alla fonte. È un vero e proprio stato mentale, una presa di coscienza del modo in cui consumiamo per ridurre il nostro impatto ambientale modificando le nostre abitudini. Questo approccio presenta molti vantaggi. È ecologico, economico e benefico per la salute, poiché i prodotti acquistati sono poco o per nulla lavorati.

Questo approccio si applica a tutte le aree che ci circondano. Rifiuti zero significa rivedere il nostro consumo di cibo, prodotti per la casa, cosmetici, mobili, abbigliamento, ecc.

Significa essere consapevoli della società dei consumi in cui viviamo e cercare di impegnarsi a livello personale per combattere l'inquinamento ambientale, gli sprechi, il consumo eccessivo e favorire un consumo responsabile. Ciò richiede l'implementazione di nuove pratiche nella nostra vita quotidiana. Consumare meno, ma in modo più ragionato e responsabile, e infine avere una migliore qualità dei consumi.

Come implementare i rifiuti zero?

Per avere un approccio a rifiuti zero, teniamo presenti le 5 R:

  • Rifiutate ciò che non vi serve (articoli monouso o confezionati in modo eccessivo, pubblicità, campioni, ecc.)
  • Riducete il fabbisogno ed evitate gli sprechi acquistando solo le quantità necessarie e privilegiando la qualità rispetto alla quantità (vestiti, mobili, cibo, ...).
  • Riutilizzate ciò che avete: usare i pantaloni per le mestruazioniRiutilizzare ciò che si ha: usare i pantaloni dell'epoca, fare acquisti con contenitori riutilizzabili, riparare, trasformare oggetti/arredi, affittare, prendere in prestito, comprare di seconda mano, donare, ecc.)
  • Riciclare ciò che non si può rifiutare, ridurre o riutilizzare. (Il 42% dei rifiuti prodotti in Francia viene effettivamente riciclato)
  • Compostate il resto (materia organica).

L'azzeramento dei rifiuti può aiutarvi a ridurre i rifiuti e a scendere sotto i 590 kg di rifiuti che una persona produce in media all'anno in Francia.

Consente inoltre di ridurre l'impatto della produzione (la quantità di energia e di materie prime necessarie per realizzare un prodotto), nonché l'impatto della gestione dei rifiuti.

Inoltre, possiamo notare che il riciclaggio entra in gioco solo alla fine del processo, solo se non può essere evitato, dato che solo il 42% dei rifiuti prodotti in Francia viene effettivamente riciclato. Dobbiamo tenere presente che il miglior rifiuto è quello che non creiamo !

L'approccio "rifiuti zero" consiste quindi in un cambiamento delle abitudini quotidiane, attraverso semplici gesti. Usare la lingerie mestruale è già un grande passo. Cambiare le nostre abitudini durante il periodo mestruale è un cambiamento morale che ha un impatto ecologico (ed economico) molto forte. Siamo consapevoli che questo richiede pazienza e indulgenza verso noi stessi, perché non possiamo cambiare tutto da un giorno all'altro. Ogni piccolo sforzo è un passo avanti nella riduzione dei rifiuti e del nostro impatto ecologico.

Per scoprire come la nostra lingerie mestruale sia eco-responsabile, cliccate qui!

Quali sono i vostri consigli?

[dib_prod_6561772863530]


Lascia un commento

Si prega di notare che i commenti devono essere approvati prima di essere pubblicati

Questo sito è protetto da reCAPTCHA e applica le Norme sulla privacy e i Termini di servizio di Google.


Les informations issues des articles présents sur le site www-elia-lingerie.com sont des informations générales. Bien qu’elles aient été relues par des professionnels de santé, ces informations ne sont pas exemptes d’erreurs, ne constituent pas des conseils de santé ou des consultations et n’ont pas vocation à fournir un diagnostic ou proposer un traitement. Ces informations ne peuvent, en aucun cas, se substituer à un avis médical et ne peuvent pas remplacer une consultation auprès d’un professionnel de santé. Pour toute question, nous vous invitons à consulter votre médecin.