Cos'è il Made-in-France: strumento di marketing o impegno reale?

Qu'est-ce que le Made-in-France : outil marketing ou réel engagement ?

L'importanza del "Made-in-France" agli occhi dei francesi

Da quando si è diffusa la consapevolezza delle condizioni di lavoro dei dipendenti delle fabbriche tessili di alcuni Paesi e il desiderio di sostenere l'economia locale e francese per superare la disoccupazione, la denominazione "Made-in-France" è sempre più utilizzata per rassicurare i consumatori. Infatti, studi condotti nel 2016 e nel 2017 dall'Ifop (l'istituto di opinione pubblica francese) hanno dimostrato che 3 francesi su 4 erano disposti a spendere di più per un prodotto "made in France" e che l'abbigliamento era il secondo settore in cui l'origine francese era preferita dai consumatori, subito dopo il settore alimentare.

Un nome spesso fuorviante

Ciononostante, l'etichetta "Made-in-France" è spesso uno strumento di marketing per attirare i consumatori e dare loro fiducia, piuttosto che una vera e propria prova diimpegno da parte del marchio o del produttore che la utilizza. Infatti, nel settore alimentare è obbligatorio indicare l'origine dei prodotti, ma non nel settore dell'abbigliamento. È quindi una scelta etichettare un capo "Made in France".

Tuttavia, in Europa, l'origine di un prodotto è definita in base al Paese in cui avviene l'ultima trasformazione "sostanziale" (cioè quella che modifica realmente la natura del prodotto) o che rappresenta una fase importante della fabbricazione, e non l'intera produzione. Un regolamento molto vago e quindi facilmente aggirabile.

E poiché questa denominazione è puramente dichiarativa, se non viene svolta un'indagine da parte delle autorità e delle dogane, i marchi possono correre il rischio di ingannare i consumatori utilizzando illegalmente la denominazione.

L'etichetta "Origine France Garantie

È qui che entra in gioco il marchio "Origine France Garantie" , creato dall'Associazione Pro France a partire dal 2010. Si adopera per fornire una migliore informazione ai consumatori e per promuovere i prodotti realmente realizzati in Francia. Un marchio o un produttore può utilizzare il marchio solo dopo una rigorosa valutazione e verifica da parte dell'ente certificatore. E per garantire il mantenimento della conformità, la verifica viene rinnovata ogni anno. Questo marchio garantisce quindi che dal 50% al 100% del prezzo di costo unitario (cioè la somma di tutti i costi di produzione del prodotto) sia francese e che il prodotto assuma le sue caratteristiche essenziali in Francia.

Le mutandine Elia sono certificate "Origine France Garantie" e sono interamente prodotte in Francia. Se il cotone e il tencel assorbente a base di eucalipto provengono dall'estero (il clima francese non si presta alla loro coltivazione), tutto il resto della nostra catena produttiva è 100% francese. Dalla progettazione dei prodotti, alla tessitura del cotone, all'assemblaggio delle mutandine, fino alla loro consegna nella cassetta della posta, tutto avviene in Francia! Questo è il nostro impegno e il nostro orgoglio.



Fonti :
  • I francesi e il made in FranceIndagine Ifop in collaborazione con il marchio "Origine France Garantie" (2017): https://www.ifop.com/publication/les-francais-et-le-made-in-france-2/

  • "Made in France": cosa pensano i francesi?Indagine Ifop in collaborazione con Crédit Agricole e MIFEXPO (2016): https://www.ifop.com/publication/made-in-france-que-pensent-les-francais/

  • http://www.originefrancegarantie.fr/comment-obtenir-la-certification/cahier-des-charges/


Lascia un commento

Si prega di notare che i commenti devono essere approvati prima di essere pubblicati

Questo sito è protetto da reCAPTCHA e applica le Norme sulla privacy e i Termini di servizio di Google.


Les informations issues des articles présents sur le site www-elia-lingerie.com sont des informations générales. Bien qu’elles aient été relues par des professionnels de santé, ces informations ne sont pas exemptes d’erreurs, ne constituent pas des conseils de santé ou des consultations et n’ont pas vocation à fournir un diagnostic ou proposer un traitement. Ces informations ne peuvent, en aucun cas, se substituer à un avis médical et ne peuvent pas remplacer une consultation auprès d’un professionnel de santé. Pour toute question, nous vous invitons à consulter votre médecin.