Che cos'è la scrittura inclusiva?

Qu'est-ce que l'écriture inclusive ?

Elia è un marchio di lingerie mestruale. Nel nostro DNA, ci proponiamo di offrire mutandine che permettano a tutte le persone mestruate di indossarle (sì, alcuni uomini indossano le nostre mutandine!). La scrittura inclusiva è importante per noi. Spesso ci chiedete di cosa si tratta. Ecco alcune spiegazioni :)

Che cos'è la scrittura inclusiva?

Scrivere in modo inclusivo significa fare in modo che la famosa regola "il maschile ha la precedenza sul femminile al plurale" non sia più vera, e che i due sessi siano messi sullo stesso piano grazie a un insieme di regole. È una lotta femminista che mira a combattere gli stereotipi sessisti e a cambiare la mentalità attraverso la lingua francese, in modo che l'impatto sulla società sia visibile.

In effetti, un tempo la lingua francese era più egualitaria di oggi ed esistevano i sostantivi femminili (come "autrice", "professeures", ecc.), o l'accordo di prossimità (che concede il genere e il numero della parola più vicina). È a partire dal XVII secolo che si è scelto di concordare secondo il "genere più nobile", e quindi di mascolinizzare la lingua francese.

Come scrivere in una scrittura inclusiva?

La scrittura inclusiva si basa su 3 principi ortografici per enfatizzare il femminile.

1) Primo principio 1) Primo principio: smettere di applicare la regola grammaticale "il maschile ha la precedenza sul femminile", a favore dell'accordo di prossimità (concordare l'aggettivo con il soggetto più vicino).

Ad esempio: Uomini e donne sono uguali / Donne e uomini sono uguali.

2) Secondo principio 2) Secondo principio: concordare in base al genere i gradi, le funzioni, i lavori e i titoli.

Esempio: non diremo più pompiere, ma pompiera.

Inoltre, l'uso della doppia flessione o del punto medio per indicare il genere delle parole consente di includere entrambi i sessi.

Ad esempio: i candidati parteciperanno al concorso. Oppure : I candidati parteciperanno al concorso.

3) Terzo principio 3) Terzo principio: evitare di usare le parole "uomo" e "donna", ma preferire termini più universali.

Ad esempio, invece di dire diritti umani, preferiamo diritti dell'uomo.

Tuttavia, la scrittura inclusiva suscita ancora molte reticenze. Questo è particolarmente vero per alcuni difensori della lingua francese, che ritengono che le parole intercalate da punti rendano la frase illeggibile. Per altri, questa forma di scrittura non può essere usata oralmente e quindi non ha senso per iscritto. Tuttavia, la scrittura inclusiva, che non è obbligatoria, è fortemente incoraggiata dall'Alto Consiglio per la parità tra donne e uomini, che ha persino pubblicato una "guida per una comunicazione pubblica priva di stereotipi di genere". La Francia è di fatto un'eccezione, in quanto in molti Paesi occidentali il linguaggio inclusivo di genere è stato un problema negli ultimi trent'anni.

Per uno sguardo più approfondito sulla questione, potete anche guardare il video di Marinette:


Lascia un commento

Si prega di notare che i commenti devono essere approvati prima di essere pubblicati

Questo sito è protetto da reCAPTCHA e applica le Norme sulla privacy e i Termini di servizio di Google.


Les informations issues des articles présents sur le site www-elia-lingerie.com sont des informations générales. Bien qu’elles aient été relues par des professionnels de santé, ces informations ne sont pas exemptes d’erreurs, ne constituent pas des conseils de santé ou des consultations et n’ont pas vocation à fournir un diagnostic ou proposer un traitement. Ces informations ne peuvent, en aucun cas, se substituer à un avis médical et ne peuvent pas remplacer une consultation auprès d’un professionnel de santé. Pour toute question, nous vous invitons à consulter votre médecin.