Come iniziare a diversificare la propria dieta?

Comment commencer la diversification alimentaire ?

Che cos'è la diversificazione alimentare?


La diversificazione alimentare è l'introduzione nella dieta del bambino di alimenti solidi e liquidi diversi dal latte materno. La diversificazione alimentare inizia al più presto a 4 mesi di età e continua al più tardi fino a 6 mesi di età. Dopo questa età, il latte materno non copre più tutte le esigenze nutrizionali del bambino.


Quali sono le raccomandazioni dell'OMS sulla diversificazione alimentare?


L'OMS raccomanda di iniziare la diversificazione alimentare a 6 mesi. Prima dei 6 mesi, l'OMS raccomanda di nutrire il bambino esclusivamente con latte materno. A partire dai 6 mesi, le esigenze nutrizionali del bambino cambiano e può iniziare l'introduzione di cibi solidi.
Gli allergologi consigliano di iniziare a diversificare gli alimenti a 4 mesi. Più tardi vengono introdotti gli alimenti allergenici, più alto è il rischio di allergia. Quindi, idealmente, la diversificazione della dieta del bambino dovrebbe iniziare tra i 4 e i 6 mesi. Introdurre gli alimenti troppo rapidamente o troppo tardi può essere dannoso per lo sviluppo della tolleranza agli allergeni.
Con tutte queste raccomandazioni diverse, è difficile capire quale sia l'età ideale per iniziare la diversificazione alimentare. La cosa migliore è ascoltare il pediatra. Lui o lei sarà in grado di guidarvi affinché il vostro bambino si sviluppi nelle migliori condizioni.
Indipendentemente da ciò che vedete sui social network o da ciò che vi dicono le persone intorno a voi, ascoltate il vostro pediatra.


Come iniziare a diversificare l'alimentazione del bambino?


Il latte di crescita o il latte materno rimane l'alimento principale fino all'età di 1 anno.
L'obiettivo della diversificazione alimentare è quello di far scoprire al bambino nuovi sapori, consistenze, odori e colori e di trasmettergli il piacere di mangiare.
Come genitori, quando iniziamo a diversificare la dieta del nostro bambino, dobbiamo ascoltarlo. L'introduzione del cibo nel bambino è un passo importante nel suo processo di sviluppo. È una fase che può essere vissuta in modo diverso dai genitori e dal bambino. Un bambino può essere più felice o più resistente all'introduzione di verdura o frutta nella sua dieta. È importante non forzare mai il bambino e avere pazienza, ascoltare e osservare le sue reazioni per adattarsi ai suoi gusti. È importante dare al bambino il tempo di scoprire nuovi colori, sapori e consistenze a cui non è mai stato esposto prima.
Soprattutto, non forzatelo! Questo sarebbe controproducente e porterebbe a un'opposizione sistematica al momento del pasto. Se non mostra alcun desiderio di scoprire cose nuove o se si rifiuta di mangiare un alimento, offritegli lo stesso cibo qualche giorno dopo.
Suggerimento: per abituare il bambino a questa nuova alimentazione, potete dargli un cucchiaio per fargli prendere confidenza con questo nuovo strumento.
Per avviare il processo di diversificazione alimentare, è consigliabile iniziare con un alimento, preferibilmente una verdura (un solo alimento per individuare una potenziale allergia), che sia cotto, frullato o ridotto in purea, non ha importanza.
Continuare con la stessa verdura per 3 giorni, aumentando gradualmente il numero di cucchiai.
Dopo questi 3 giorni, si può passare a un'altra verdura, seguendo lo stesso procedimento. Poi, 3 giorni dopo l'integrazione di questa nuova verdura, si può iniziare a integrare una nuova verdura, sempre allo stesso modo (cotta, mescolata o in purea e da sola). Questa frequenza di introduzione degli alimenti deve essere mantenuta per 15 giorni.
Iniziate con puree e composte finemente frullate, poi addensate le consistenze man mano che procedete, per arrivare infine a pasti in piccoli pezzi e macinati.


Come si fa a sapere se il proprio bambino è pronto per iniziare a diversificare?


Riteniamo che un bambino sia pronto per iniziare la diversificazione alimentare quando mostra interesse per il pasto dei genitori, quando lo guarda e vuole toccarlo e portarlo alla bocca. Se il bambino piange, urla e rifiuta il cucchiaio, è semplicemente perché non è pronto, e va bene così. Non ha senso sfidare un bambino e costringerlo a mangiare, si creerebbe solo un trauma. Si può riprovare a somministrare il cucchiaio 10 o 15 giorni dopo.


Cosa devo fare se il mio bambino si rifiuta di essere nutrito?


Si sentono tante voci sulla diversificazione alimentare: ascoltatevi, fidatevi di voi stessi e di vostro figlio.

Se all'inizio il bambino si rifiuta di diversificarsi, è bene prendersi il tempo necessario affinché si abitui a questi nuovi gusti, colori e consistenze. Dategliene una piccola quantità su un cucchiaio. Una piccola quantità ha le dimensioni di un granello di semola. In questo modo il bambino si abitua al sapore e qualche giorno dopo si può offrire una quantità maggiore. Il suo cervello avrà già memorizzato il sapore del cibo.
È tutta una questione di tempi di adattamento.
In media, sono necessari 10 tentativi per capire se un bambino non gradisce davvero un alimento.


Quali difficoltà si possono incontrare durante il processo di diversificazione?


Il processo di diversificazione può presentare una serie di difficoltà.
L'introduzione del bambino ai cibi solidi può essere stressante per i genitori che hanno paura di soffocare.
Sì, il rischio di soffocamento è presente, come in ogni età della vita.
Il bambino deve imparare a masticare, a masticare il cibo solido e poi a deglutirlo. Il bambino non ha bisogno di denti per imparare a masticare, non c'è più rischio di soffocare con un pezzo di cibo che con il latte o la purea. D'altra parte, bisogna diffidare dei cereali o degli alimenti piccoli che hanno le dimensioni della trachea.
Per facilitare l'apprendimento della diversificazione, mettetevi in un luogo tranquillo, senza televisione o altro che possa distrarre il bambino.
La diversificazione della dieta guidata dai bambini (CDD) (discussa in seguito) tende ad aumentare i timori di soffocamento nei bambini.
I pochi studi esistenti hanno dimostrato che non esiste una differenza significativa nel rischio di soffocamento rispetto alla diversificazione convenzionale.
Tuttavia, è fondamentale che ogni genitore applichi i gesti giusti in caso di soffocamento. È possibile seguire un corso di formazione sul primo soccorso o guardare dei video: ce ne sono molti sull'argomento. Questo non solo sarà utile a qualsiasi età, ma vi rassicurerà anche.


Come prevenire il rischio di allergie alimentari?


Quando i bambini iniziano a mangiare cibi diversi, c'è il rischio di allergie perché vengono introdotti alimenti a cui non sono mai stati esposti prima. Le allergie alimentari possono essere ereditarie, quindi è necessario informare il pediatra se uno dei genitori ha un'allergia. Abituare gradualmente la flora intestinale del bambino ai cibi solidi aiuta a evitare il rischio di allergie, così come introdurre gli alimenti uno alla volta.

Che cos'è la diversificazione alimentare guidata dai bambini (CDD)?


La diversificazione alimentare guidata dai bambini è diversa dalla diversificazione alimentare tradizionale. Si tratta di lasciare che il bambino assuma il controllo completo della sua diversificazione alimentare. Non c'è il cucchiaio, il bambino scopre il cibo da solo e con le mani.
A differenza della diversificazione alimentare tradizionale, che inizia a 4 mesi, la DME può iniziare solo a 6 mesi: il bambino deve essere in grado di stare in piedi per ingoiare i pezzi.
Per iniziare l'EMR, si può introdurre ogni giorno un frutto e una verdura diversi.
I broccoli, ad esempio, sono un alimento adatto per avviare l'EMR: è facile tenerli per il piede del mazzetto e la cimetta del broccolo si schiaccia facilmente contro le gengive.
Naturalmente, il bambino deve essere sorvegliato da un adulto quando mangia. Un consiglio per evitare incidenti: date un pezzo più grande del polso del bambino.
Il principio della DME, come suggerisce il nome, è che è guidata dal bambino, quindi se il bambino chiede aiuto, preferisce mangiare con il cucchiaio, preferisce mangiare il purè, eccetera, non rifiutate.


Ecco un menu suggerito per un bambino che inizia a diversificarsi:


Nelle prime settimane di diversificazione alimentare, gli alimenti solidi vengono inseriti solo a pranzo, oltre al latte materno, che rimane l'alimento principale. A cena e a merenda è sufficiente il solo latte materno.

Ecco alcune idee di piatti per iniziare il processo di diversificazione alimentare.
Purè di carote: basta pelare le carote, cuocerle a vapore per circa 20 minuti e poi frullarle, aggiungendo l'acqua di cottura per ottenere un purè liscio e leggermente liquido.
Purè di fagiolini: lavare e togliere i gambi ai fagiolini e cuocerli a vapore. Quindi frullare, aggiungendo un po' di acqua di cottura per ottenere una consistenza liscia e leggermente liquida.


Lascia un commento

Si prega di notare che i commenti devono essere approvati prima di essere pubblicati

Questo sito è protetto da reCAPTCHA e applica le Norme sulla privacy e i Termini di servizio di Google.


Les informations issues des articles présents sur le site www-elia-lingerie.com sont des informations générales. Bien qu’elles aient été relues par des professionnels de santé, ces informations ne sont pas exemptes d’erreurs, ne constituent pas des conseils de santé ou des consultations et n’ont pas vocation à fournir un diagnostic ou proposer un traitement. Ces informations ne peuvent, en aucun cas, se substituer à un avis médical et ne peuvent pas remplacer une consultation auprès d’un professionnel de santé. Pour toute question, nous vous invitons à consulter votre médecin.