Come essere belli? Il corpo positivo

Comment être belle ? Le body positive

Come essere belli? Ammettiamolo, in squadra non ci piacciono i giudizi. Ancora meno i giudizi sull'aspetto! Quando alcuni dei nostri clienti ci chiedono come possono essere più belli, diciamo loro che sono già belli! Perché sì, sei bellissima, stai benissimo! Non permettete a nessuno di dire il contrario!

Essere belli? Che cos'è il corpo positivo?

Diffuso da qualche anno sui social network, il movimento body positive si propone di aiutare le persone ad accettarsi e ad amarsi così come sono, lontano dai diktat odierni. Questo movimento è apparso molto prima, creato nel 1996 da due donne, il body positivism mirava a essere un movimento "attento e inclusivo". Connie Sobczak voleva infatti utilizzare questo movimento per lottare contro i diktat dell'apparenza, che le avevano causato disturbi alimentari e che erano costati la vita a sua sorella.

Insieme a Elizabeth Scott, psicoterapeuta specializzata in disturbi alimentari, hanno creato il movimento body positive, pensandolo come una comunità che si libera dai messaggi sociali soffocanti per accettare finalmente il proprio corpo.

Oggi questo movimento sta prendendo piede nelle nostre società e riflette il desiderio di riprendere il controllo del nostro corpo, di accettarlo nella sua diversità e soprattutto senza la necessità di classificarlo, indipendentemente dal colore della pelle, dall'età, dal peso, dal sesso... L'importante è accettarsi e amarsi così come siamo, vedendo la bellezza in tutti i corpi.

Il body positivism è anche un movimento che sostiene di essere stufo delle ragazze ritoccate su tutte le copertine delle riviste, di essere stufo delle copertine "Body summer" che sostengono che tutti noi dovremmo avere un corpo muscoloso e snello per poterlo mostrare in spiaggia. Il body positivism consiste nel riconoscere che tutti i corpi sono belli e che non abbiamo bisogno di paragonarci o di cercare di assomigliare a qualcun altro per essere belli, perché non esiste una forma del corpo buona o cattiva. Oggi il body positivism è anche un desiderio di rappresentazione di tutti i corpi, e non solo di uno standard, in modo che tutta la diversità contenuta nella società si senta rappresentata e celebrata.

Come possiamo assumerci maggiori responsabilità?

Assumersi maggiori responsabilità significa innanzitutto smettere di paragonarsi a modelli che sembrano perfetti per assomigliare a loro. Il body positivism significa imparare ad accettare il proprio corpo e ad amarlo nella sua interezza per sentirsi bene dentro e fuori e ritrovare la propria autostima.

Questo si può fare scattando foto in cui non si è in posa, in modo da non far risaltare alcun rigonfiamento, oppure non prestando attenzione alla luce per non evidenziare la cellulite o le smagliature. Si tratta di indossare abiti e lingerie in cui ci sentiamo bene. Questo ci permette di assumere la nostra morfologia. Ecco perché cerchiamo di disegnare le vostre mutandine mestruali.

Questo può essere fatto anche guardandosi allo specchio e concentrandosi per qualche minuto sulle proprie qualità fisiche. Non ci soffermiamo su quelli che riteniamo difetti, ma cerchiamo di vederli in una luce positiva e soprattutto in una luce positiva. È stato dimostrato che le donne vedono prima i loro difetti. Concentrarsi sui propri punti di forza e vedere i propri difetti sotto una luce positiva aiuta a rafforzare la fiducia in se stessi e a concentrarsi su ciò che piace di sé.


Lascia un commento

Si prega di notare che i commenti devono essere approvati prima di essere pubblicati

Questo sito è protetto da reCAPTCHA e applica le Norme sulla privacy e i Termini di servizio di Google.


Les informations issues des articles présents sur le site www-elia-lingerie.com sont des informations générales. Bien qu’elles aient été relues par des professionnels de santé, ces informations ne sont pas exemptes d’erreurs, ne constituent pas des conseils de santé ou des consultations et n’ont pas vocation à fournir un diagnostic ou proposer un traitement. Ces informations ne peuvent, en aucun cas, se substituer à un avis médical et ne peuvent pas remplacer une consultation auprès d’un professionnel de santé. Pour toute question, nous vous invitons à consulter votre médecin.