Cos'è la neutralità del corpo, il nuovo body positive?

Cos'è la neutralità del corpo, il nuovo body positive?

Che cos'è il positivismo corporeo?

Il movimento della "neutralità del corpo" è apparso da qualche tempo sui social network, in particolare su Instagram. È nato sulla scia del movimento "body positive", che mirava ad aiutare le persone sad accettarsi e sad amarsi così come sono, lontano dai diktat imposti dal marketing aziendale.  

Tuttavia, il movimento "body positive" è apparso molto prima. Fondato nel 1996 da due donne, il suo obiettivo era quello di essere un movimento "attento e inclusivo". 

Attraverso questo movimento, Connie Sobczak ha voluto lottare contro i dettami dell'apparenza, che l'hanno portata a soffrire di disturbi alimentari e sono costati la vita a sua sorella.

 Insieme a Elizabeth Scott, psicoterapeuta specializzata in disturbi alimentari, hanno creato il movimento del "body positivism", concependolo come una comunità che si libera dai messaggi sociali soffocanti per accettare finalmente il proprio corpo.

Oggi questo movimento è cresciuto enormemente nelle nostre società e riflette il desiderio di riprendere il controllo del nostro corpo. Accettarli in tutta la loro diversità e, soprattutto, senza bisogno di classificarli, indipendentemente dal colore della pelle, dall'età, dal peso, dal sesso... L'importante è accettarsi e amarsi così come siamo, vedendo la bellezza in tutti i corpi.

Il body positivism è solo un'ulteriore pressione, un ulteriore standard?

Tuttavia, molte persone hanno visto il "body positivism" come una pressione ad amare il proprio corpo a tutti i costi. Sui social network sono apparse centinaia di pubblicazioni che mostrano persone che ssi assumono finalmente la responsabilità del proprio corpo, mostrandosi senza alcuna vergogna e gridandolo dai tetti. Tuttavia, nella vita reale, s"assumersi la responsabilità" può richiedere molto tempo, a volte una quantità enorme di tempo, e per alcune persone è addirittura irraggiungibiles. Quindi la pressione è duplice, perché non bisogna cercare di assomigliare a ciò che è socialmente accettato, ma s"assumere". Ma anche cercare di s"assumere" non è sufficiente, bisogna anche s"assumere" immediatamente. Inoltre, il body positivism è stato visto come una scusa per assumere le proprie curve, incoraggiando le persone a perdere peso e a mettere su muscoli. In altre parole, è un movimento che rifiuta i modelli delle riviste, che sostiene le curve, ma che dice anche che non si dovrebbe superare un certo peso. In questo modo, il body positivism crea un nuovo standard leggermente più ampio, ma che non include e non rappresenta tutte le donne. Essere troppo magre diventa quindi la cosa sbagliata da fare, ma anche essere troppo grasse non è raccomandabile. Inoltre, il movimento del body positivism è stato spesso portato avanti da donne che non superavano la taglia 40, ma escludeva chiunque superasse questo standard. Infine, questo movimento ha sollevato un'ultima questione: è stato il frutto del lavoro delle donne grasse, per poi essere ripreso dai marchi e da alcuni influencer per fare soldi ed essere alla moda l. Tutte queste critiche hanno portato al movimento della "neutralità del corpo", che sembra essere un fardello più leggero per molte donne.

La neutralità del corpo, un movimento per sostituire il positivismo del corpo

Questo movimento, che nasce da un termine non molto recente, è salito alla ribalta in seguito a un articolo della giornalista Marisa Meltzer apparso su un numero del New York Magazine di quest'anno.

Sembra essere una via di mezzo tra l'insoddisfazione per il proprio corpo e la completa accettazione di sé. L'idea è quella di osare parlare o addirittura mostrare i propri complessi, pur accettando il fatto che è difficile accettarsi completamente.

In altre parole, le persone che condividono questo movimento sottolineano il fatto che sono determinate a raggiungere l'accettazione di sé, anche se la strada è lunga, e che incoraggiano tutti a fare lo stesso, senza pressioni, senza autogiudizi, procedendo al proprio ritmo. Anche il movimento della "neutralità del corpo" ci incoraggia a rompere il rapporto incessante che abbiamo con la nostra immagine. L'idea è di concentrarsi sul nostro benessere generale, sui nostri successi e sulle nostre emozioni, piuttosto che sul nostro aspetto fisico, e di non forzarci ad accettarci, ma di accettare le insoddisfazioni che ancora proviamo verso noi stessi. In altre parole, rendersi conto che non si sarà mai completamente soddisfatti del proprio corpo e va bene così.

Account Insta che promuovono la neutralità del corpo:

  • @asos_lotte

  • @kassibacquet

  • @loftnq

  • @mybetterself e il suo #OnVeutDuVrai

  • @francescaperks

  • @ariellanyssa

  • @stephanieyeboah

  • @i_peso

  • @laurooraquotes

  • @morgane.adt

I nostri pantaloni mestruali sono disponibili da XS a XXL, per tutte le donne!

Torna al blog

I nostri best seller

1 da 8

Le informazioni contenute negli articoli del sito www-elia-lingerie.com sono informazioni generali. Sebbene siano state esaminate da professionisti del settore sanitario, queste informazioni non sono esenti da errori, non costituiscono un consiglio o una consulenza sanitaria e non intendono fornire una diagnosi o suggerire un ciclo di trattamento. In nessun caso queste informazioni possono essere utilizzate come sostituto di un parere medico, né possono sostituire un consulto con un professionista della salute. In caso di domande, si prega di consultare il proprio medico.